Skip to main content

Culture and Creativity

I protagonisti del settore del patrimonio culturale: le istituzioni europee

Un approccio integrato e partecipativo al patrimonio culturale è al centro del quadro d'azione europeo sul patrimonio culturale ed è essenziale per promuovere il patrimonio culturale in tutte le politiche dell'UE. Il Parlamento europeo, il Consiglio dell'Unione europea, il Comitato delle regioni e il Comitato economico e sociale sostengono tale approccio. Tutte queste istituzioni dell'UE sono state coinvolte anche nell'Anno europeo del patrimonio culturale 2018 e hanno contribuito a renderlo un successo.

Le istituzioni dell'UE riconoscono il ruolo del patrimonio culturale come principale risorsa per l'Europa. Apprezzano il contributo che apporta alla qualità della vita dei cittadini, il modo in cui facilita l'inclusione sociale e il suo impatto economico. Le istituzioni dell'UE sottolineano inoltre le sfide che il patrimonio culturale deve affrontare e la necessaria collaborazione tra le istituzioni dell'UE, gli Stati membri e le parti interessate per superarle.

Parlamento europeo

Nella sua risoluzione dell'8 settembre 2015, il Parlamento europeo ha sottolineato la necessità di un approccio integrato al patrimonio culturale. Il documento ne riconosce l'importanza fondamentale per il dialogo culturale e la comprensione reciproca e per rafforzare la coesione sociale, economica e territoriale.

Progetti pilota del Parlamento europeo

I progetti pilota sono iniziative sperimentali destinate a testare la fattibilità di azioni specifiche. Ve ne sono diversi nel settore della cultura e del patrimonio culturale.

JDCRP - Progetto di recupero digitale dei beni culturali degli ebrei

Il progetto intende sviluppare una banca dati completa e dettagliata dei beni culturali posseduti da ebrei e depredati dai nazisti, concentrandosi in particolare sul destino della collezione Schloss.

Una parte importante del progetto consiste nel raccogliere buone pratiche e proporre attività di sensibilizzazione. In ultima istanza, la banca dati fornirà una panoramica a livello dell'UE delle opere d'arte saccheggiate, faciliterà la ricerca e contribuirà a proteggere il patrimonio culturale europeo. Diversi musei e istituzioni in Europa e negli Stati Uniti hanno finora raccolto circa 5 000 documenti.

Per saperne di più sul progetto pilota di recupero digitale dei beni culturali degli ebrei

Tutela dei cimiteri ebraici in Europa

Il progetto mira a mappare oltre 3 000 cimiteri nei paesi europei, individuando le buone pratiche in materia di conservazione e proponendo un modello per una tutela efficace. L'azione ha contribuito all'Anno europeo del patrimonio culturale 2018 sensibilizzando al patrimonio e alla diversità culturale dell'Europa.

Per saperne di più sul progetto

Consiglio dell’Unione europea

Il Consiglio adotta misure e raccomandazioni per incentivare l'azione degli Stati membri, cui spetta la competenza in materia di politica culturale. La conservazione e la valorizzazione del patrimonio culturale rientrano tra i principali obiettivi del Consiglio nel settore della cultura, come dimostrato dalle sue recenti conclusioni

Comitato delle regioni

Il Comitato europeo delle regioni elabora pareri sulle proposte legislative dell'UE e promuove il dialogo e la collaborazione transfrontaliera con le amministrazioni nazionali, regionali e locali. Il Comitato sottolinea il ruolo fondamentale degli enti locali e regionali nella gestione, promozione, tutela e salvaguardia del patrimonio europeo.

Leggi il parere del Comitato delle regioni (CdR) — Verso un approccio integrato al patrimonio culturale per l'Europa.

Il documento sottolinea l'importanza della governance nel promuovere e sostenere il patrimonio culturale e riconosce il ruolo di quest'ultimo per l'identità europea e lo sviluppo economico.

Comitato economico e sociale europeo

Il Comitato economico e sociale europeo formula pareri e relazioni informative e organizza iniziative ed eventi incentrati sulla partecipazione della società civile e dei cittadini. Alcuni di essi sono specificamente dedicati al patrimonio culturale.

Leggi il parere del Comitato economico e sociale europeo sul contributo delle zone rurali d'Europa all'Anno europeo del patrimonio culturale 2018 a garanzia della sostenibilità e della coesione urbana/rurale.

Questo parere incoraggia le parti interessate ad adottare una definizione di cultura ampia, che includa tutti i cittadini. Invita inoltre le istituzioni a riconoscere formalmente il patrimonio culturale rurale per il suo intrinseco valore artistico e il suo contributo economico e sociale al benessere dei cittadini europei.

Azione esterna dell'Unione europea

La cultura e il patrimonio culturale svolgono un ruolo fondamentale nelle relazioni internazionali dell'UE. Una comunicazione congiunta della Commissione del 2016 incoraggia la cooperazione culturale tra l'UE e i suoi paesi partner, sulla base del principio dell'unione delle forze.

Leggi la comunicazione comune del Parlamento europeo e del Consiglio Verso una strategia dell'Unione europea per le relazioni culturali internazionali.

Per saperne di più sulle relazioni culturali internazionali.